Articoli marcati con tag ‘liste mobilità’

Criteri di scelta dei lavoratori in mobilità

Ai sensi dell’articolo 5, comma 1, della legge 223/1991 nella scelta dei lavoratori da licenziare riservata datore di lavoro e deve procedere in relazione alle esigenze tecnico produttive ed organizzative dell’azienda, nel rispetto dei criteri previsti dai contratti collettivi convenuti con i sindacati e il concorso dei criteri legali tra cui i carichi di famiglia, all’anzianità e le esigenze tecnico produttive ed organizzative.

criteri mobilità

criteri mobilità

L’onere della prova sulla corretta applicazione dei criteri di scelta grava sul datore di lavoro. Tuttavia l’attivazione dell’onere della prova è dibattuto in giurisprudenza. Alcuni orientamenti propendono per la tesi secondo cui l’onere probatorio si attiva seguito della contestazione da parte del lavoratore. Un altro orientamento ritiene che sia il lavoratore a dover elencare gli elementi fattuali inerenti i nominativi dei lavoratori a lui illegittimamente preferiti. Secondo un’ulteriore interpretazione spetta datore di lavoro alle gare criteri di scelta utilizzati e dimostrarne la concreta applicazione mentre al lavoratore spetta l’onere di dimostrare l’illegittimità della scelta indicando i lavoratori in relazione ai quali tale applicazione risulti illegittima.

L’applicazione dei criteri di scelta e anche influenzata da alcune norme di legge tutelano specifiche categorie di lavoratori tra cui:

– il divieto di licenziamento per ragioni ideologiche

-il divieto di licenziamento delle lavoratrici gestanti e puerpere e neoconiugate

– licenziamenti discriminatori

Tra i criteri di scelta dei lavoratori da licenziare viene data preferenza ai criteri convenzionali e quelli previsti dai contratti collettivi.

I criteri legali possono essere raggruppati in due grandi categorie:

-criterio delle esigenze tecniche produttive ed organizzative il quale consente una valutazione discrezionale del datore di lavoro

-criterio del carico di famiglie dell’anzianità (anzianità intesa in senso non anagrafico ma di servizio)i suddetti criteri legali devono essere applicati in concorso tra loro.

Articolo pubblicato prima della Legge 28.06.2012 n° 92

Amministra il sito